Immagine 4

Il Tribunale dei minori di Bologna ha preso una decisione senza precedenti dando in affidamento temporaneo una minore a una coppia composta da due uomini. La bimba ha tre anni e viene da un contesto familiare complicato e difficile: servizi sociali e giudici hanno ritenuto che i due uomini abbiano tutte le carte in regola per prendersi cura della piccola.

Parliamo di affido, non di adozione, come spiega Amelia Esposito sul Corsera:

“L’obiettivo dell’affido è esclusivamente la tutela del minore, per questo la legge prevede che genitori affidatari possano essere coppie tradizionali sposate (meglio se già con altri figli minorenni in casa), comunità di tipo familiare (formate da due persone che assolvano alla funzione di genitori) o anche single. Purché siano garantiti al bambino benessere e serenità”.

Una splendida occasione per dare alla bimba un contesto sereno in cui vivere e all’Italia la dimostrazione che dove c’è amore le distinzioni di genere non contano affatto.