Immagine 1

Molti paesi del Sud America sono patria di vivaci ambienti gay e le persone hanno solitamente un atteggiamento aperto e tollerante verso gli omosessuali. Ma in Guyana no. Qui infatti una condanna per “sodomia” può portare in prigione per tutta la vita. Secondo il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, la polizia ha arrestato recentemente persone transgender senza neppure comunicargli il motivo dell’arresto né dichiarandogli quali fossero i loro diritti per la difesa.

Per questo motivo, la maggior parte dei gay in Guyana vivono una vita nascosta e segregata. L’omofobia è una pratica abbastanza comune in Guyana e manifestazioni di affetto tra 2 uomini o 2 donne, anche se turisti stranieri, possono essere molto pericolosi da scambiare in pubblico.

Se comunque amate il Sud America ci sono molte altre nazioni gay friendly. Tra queste vi consigliamo l’Argentina, il Brasile e la Colombia che, oltretutto, hanno tutte approvato unioni civili o matrimoni tra persone dello stesso sesso.