L’Uganda è quasi completamente adagiata all’interno del bacino del fiume Nilo. Ricco di una bellezza naturale e incontaminata, questo stato africano vanta giungle e pianure brulicanti di biodiversità e molte sono anche le attrazioni culturali. L’Uganda è una destinazione molto popolare anche per i safari che la rendono il sogno di ogni avventuriero visti che è qui che si trovano anche il celebre lago Vittoria e le montagne del Rwenzori. Purtroppo però è anche sede di una legislazione di epoca coloniale che criminalizza gli “atti carnali contro l’ordine della natura”. Sebbene la piena applicazione delle sanzioni legate alla pratica dell’omosessualità, compresa quella di morte, non vengono mai messe in atto, l’Uganda è comunque una delle nazioni in cui è presente tale reato.

Va anche aggiunto che nel 2009 , il parlamento dell’Uganda, è stato uno dei pochi che ha proposto l’ampliamento della criminalizzazione delle relazioni omosessuali. Di conseguenza c’è un fondato  rischio di incolumità per gli sposi dello stesso sesso che non nascondono  il loro orientamento sessuale.