Il governo italiano si è appena formato. Nella folta schiera di ministri siamo particolarmente contenti di vedere il nome della pluri campionessa olimpica Josefa Idem (Partito Democratico) come ministro per le pari opportunità.

In un’intervista rilasciata tempo fa a Vanity Fair Josefa Idem si disse a favore delle nozze gay: “Io sono favorevole, ovviamente. Ma tra gli sportivi è difficile trovare chi racconta pubblicamente la propria sessualità, per via degli sponsor. Tuttavia, io non chiederei mai a un mio collega di sacrificare le entrate della sua carriera da sportivo per fare questa lotta alla Don Chisciotte. Perché avere una sponsorizzazione significa un guadagno, e delle regole di immagine ben precise”.

Questo ci fa ben sperare che durante il suo mandato possa fare qualcosa per spianare la strada a delle priorità sociali e civili quali le leggi contro l’omofobia e l’equiparazione delle nozze gay a quelle eterosessuali. Certo, unico neo è il fatto che sia affiancata dalla sottosegretario Biancofiore (PdL) che più volte si è lasciata andare a dichiarazioni offensive e assolutamente omofobe. Spariamo comunque che la ministro Idem possa portare questo paese a tagliare un importante traguardo conquistando anche qui un primato di civiltà.