Larry Kramer si è sempre schierato attivamente a favore dei diritti delle persone GLBT, per questo la foto del suo matrimonio con il compagno David Webster  sembrava giusto scattarla nel reparto di terapia intensiva di un ospedale di New York.

Questa immagine è stata pubblicata dall’inserto domenicale del New York Times che solitamente ha una sezione fotografica dedicata alle nozze più “in vista” della città, per questo il loro ritratto è risultato ancora più sconvolgente se paragonato a quelli delle altre coppie altrimenti felici e sorridenti. La scelta di pubblicare questa foto è stata motivata dalla necessità di rafforzare le leggi che tutelano i diritti degli omosessuali coniugi ai quali sono spesso negate le visite negli ospedali. Questa però non è stata una messa in scena politica, il pluripremiato drammaturgo di The Normal Heart si stava realmente riprendendo da un intervento chirurgico per una occlusione intestinale.

La coppia aveva inizialmente previsto di sposarsi nel mese di luglio, sulla terrazza del loro appartamento a Greenwich Village ma poi sono intervenuti per Kramer dei problemi di salute.

“Ero già in strada quando Larry fu portato in ospedale”, ha detto Webster al New York Times, “e quando sono arrivato da lui era già in grado di parlare e mi ha detto che aveva invitato 20 persone in terapia intensiva per il matrimonio”. E così, nonostante l’ambito drammatico, la stanza d’ospedale si è animata di amici e parenti festanti.

Kramer aveva deciso di rimandare le sue nozze fino a quando non si sarebbero attuate delle leggi federali a favore deli diritti per ler coppie GLBT. Dopo che poco tempo fa la Corte Suprema ha annullato il DOMA, Kramer, 78 anni, ha deciso che era il momento di sposarsi con Webster, 66, compagno di una vita, i due infatti si sono conosciuti nel 1970 e sono partner dal metà degli anni 1990. E ora, dopo quasi 20 anni, sono felicemente sposati.